Sono talmente adorabili!

Chi non si intenerisce davanti ad un cagnolino, un gattino o un agnellino appena nato?

I nostri amici a quattro zampe occupano un posto molto importante nelle nostre vite. E non soltanto i cani ed i gatti. Molte famiglie accolgono come animale da compagnia un piccolo roditore, un uccellino, un rettile o anche un ragno.

Carini però…

Anche se sono in buona salute, gli animali portatori di microbi possono trasmetterci delle zoonosi1.
Come?

  • Tramite contatto diretto.
  • Tramite il consumo di alimenti (latte, carne) provenienti da animali infetti.
  • Tramite artropodi2 che agiscono da intermediari nel trasporto dei microbi.
  • Per mezzo del vento, che può talvolta trasportare pulviscolo contaminato da batteri.

Niente panico!

Gli animali domestici possono tranquillamente rimanere i nostri migliori amici, la gioia della loro compagnia compensa largamente i rischi di infezione. Adottiamo semplicemente un comportamento adeguato ad evitare i microbi che gli animali potrebbero trasmetterci.

Rischi

Come proteggersi?

 

 

 

 

 

Wanted

 

 

Zoonosi1 = malattia infettiva trasmessa dall’animale all’uomo, in maniera diretta o indiretta.

Artropode2 = animaletto dalle zampe articolate, con uno scheletro esterno rigido che lo obbliga a crescere tramite mute successive. Le specie di artropodi attualmente conosciute sono più di un milione e mezzo. Si tratta del gruppo animale più rappresentato sulla terra: raggruppa insetti, aracnidi (ragni, scorpioni e acari), crostacei e miriapodi (millepiedi).