Amici o nemici?

Ci sono microbi in molti alimenti, è normale e non c’è ragione di preoccuparsi. Gli yogurt e i formaggi contengono batteri, il pane e la birra contengono lieviti, che sono dei funghi microscopici. Inoltre le muffe, che sono anch’esse funghi, danno il tipico gusto ad alcuni formaggi come il Camembert ed il Roquefort. Tutti questi sono quindi microbi molto utili.

Tuttavia, i cibi contengono anche altri microbi, inoffensivi se in numero ridotto ma pericolosi per la salute se si moltiplicano. E gli alimenti rappresentano un ambiente ideale per la crescita dei microbi.

 

Gli alimenti che compriamo sono controllati

In Europa, la qualità microbiologica delle derrate alimentari è tenuta sotto stretta sorveglianza da parte delle autorità sanitarie.

Grazie alle norme in vigore e ai controlli preventivi, il rischio di trovare microbi patogeni1 in grandi quantità nei cibi che compriamo è scarso.

Tuttavia non dobbiamo lasciare che questi microbi si moltiplichino indisturbati a casa nostra.

E in casa?

Una buona igiene in cucina, il rispetto della catena del freddo e la cottura sono i nostri migliori alleati per tenere sotto controllo i microbi indesiderati.

In quello che mangiamo, alcuni cibi più di altri possono provocare un’intossicazione alimentare o un’infezione, con conseguenze molto spiacevoli.

Impariamo a conoscere i rischi per evitare problemi!

 

I rischi

Come proteggersi?

 

 

 

 

 

Wanted

 

 

Patogeno1= che causa sofferenza (dal greco pathos). Pertanto un agente patogeno è un microbo che causa malattie.