Acaro = artropode del gruppo degli aracnidi, lo stesso a cui appartengono i ragni. Gli acari possiedono quattro paia di zampe, contrariamente agli insetti che ne hanno soltanto tre paio. Esistono moltissimo acari, ma la maggior parte di essi non è visibile ad occhio nudo. Tuttavia alcuni, tra cui le zecche, possono raggiungere una taglia di alcuni millimetri.

Aerosol = goccioline d’acqua che possono essere trasportate dal vento o dalle correnti d’aria e penetrano nelle vie respiratorie.

Ameba = minuscolo organismo vivente costituito da una sola cellula, in grado di spostarsi. Le amebe si trovano naturalmente nell’ambiente che ci circonda, in particolare nelle acque e nelle zone umide. Alcuni virus e batteri possono moltiplicarsi all’interno delle amebe, che rappresentano quindi un serbatoio di questi microbi.

Antibiotico = medicinale che permette di uccidere i batteri o almeno bloccarne la crescita. Gli antibiotici agiscono sui batteri ma sono inefficaci nel trattamento di malattie causate da virus o parassiti.

Anticorpi = molecole prodotte da un tipo particolare di globuli bianchi in seguito ad una infezione o ad una vaccinazione. Gli anticorpi riconoscono le sostanze estranee all’organismo e contribuiscono quindi a proteggerci da esse.

Artropode = animaletto dalle zampe articolate, con uno scheletro esterno rigido che lo obbliga a crescere tramite mute successive. Le specie di artropodi attualmente conosciute sono più di un milione e mezzo. Si tratta del gruppo animale più rappresentato sulla terra: raggruppa insetti, aracnidi (ragni, scorpioni e acari), crostacei e miriapodi (millepiedi).

Biofilm = comunità di microbi che formano un sottile strato viscoso sulla parete dei tubi nelle condutture idrauliche.

Chelìceri = appendici degli aracnidi situate ai lati della bocca, che premettono di “mordere”.

Cisticercosi = malattia provocata dai cisticerchi, le larve della tenia del maiale. La malattia è benigna nel caso in cui le larve si trovino nei muscoli e nei tessuti sottocutanei. Tuttavia, se le larve si trovano nel cervello o nell’occhio possono sopraggiungere gravi complicazioni.

Clamidia = le clamidie costituiscono una famiglia di batteri appartenenti a diverse specie. Possono provocare varie malattie. Una clamidia, Chlamydia trachomatis, è responsabile di un’infezione sessualmente trasmissibile piuttosto frequente, che interessa circa il 5% delle persone sessualmente attive in Europa. Questa infezione passa inosservata facilmente, soprattutto perché è spesso asintomatica. Tuttavia è un’infezione contagiosa e può causare sterilità ed aborti spontanei nelle donne che ne soffrono.